Un'unica azienda specializzata per la progettazione, fornitura e posa in opera di sistemi di facciata ventilata e pavimenti sopraelevati vuol dire offrire alla propria clientela un servizio di qualità che è in grado di affrontare e risolvere problematiche sempre diverse tra loro che possono sorgere durante lo sviluppo e la rielaborazione costruttiva del sistema di facciata ventilata stesso.



LA POSA IN OPERA

delle FACCIATE VENTILATE:

La realizzazione di una facciata ventilata, eseguita a seguito della progettazione del sistema, è garantita dalle maestranze specializzate della ITALKOL srl, e si compone delle seguenti fasi:

Tracciamento del reticolo

Definito il punto “0”, saranno tracciati gli assi verticali (Y) e orizzontali (X) di riferimento per ogni prospetto da rivestire, in base al progetto esecutivo.

Montaggio della sotto struttura e dello strato coibente

Nei punti d’intersezione del reticolo tracciato in precedenza, si posizionamento le staffe di sostegno fissate al supporto murario mediante idonei tasselli d’ancoraggio. Qualora presente, tra le staffe, viene applicato lo strato coibente per mezzo di tasselli a testa larga in polipropilene. A seguire vengono applicati i profili montanti alle staffe di sostegno, tramite PUNTI FISSI e PUNTI SCORREVOLI, per consentire la normale dilatazione termica della sotto struttura e gli eventuali movimenti della struttura dell’edificio.

Il montaggio dei paramenti esterni

Fase terminale dell’installazione che consiste nell’applicazione delle lastre di finitura alla sotto struttura per mezzo di ancoraggi di diversa tipologia in funzione del sistema scelto, che può essere con agganci visibili in acciaio preverniciato per il sistema “A VISTA” o con particolari agganci meccanici fissati al retro del paramento di finitura per il sistema “NON A VISTA”. In entrambi i casi i paramenti esterni dovranno essere mantenute distanziate tra loro in misura variabile, rispettando le specifiche previste dal progetto esecutivo.

Dei PAVIMENTI SOPRAELEVATI :

Il tracciamento

Prima di iniziare la posa del pavimento si disegna a terra il reticolo di posa come da progetto esecutivo, cosi da definire la posizione delle colonne e poter stendere gli impianti senza creare intralcio alla struttura. Il reticolo viene disegnato a partire da un angolo retto (definito squadro) al fine di garantire l’allineamento delle fughe.

Il montaggio della sottostruttura

La struttura sarà montata appoggiando per prime le colonne di sostegno nei punti definiti dal tracciamento, i quali nel caso di un sottofondo non perfettamente regolare o planare potranno essere incollati con un adesivo a base poliuretanica. Successivamente verranno agganciate alle teste delle colonne le traverse con le relative guarnizioni anti vibrazione e anti polvere.

Il montaggio dei pannelli

Dopo aver montato la struttura verrà definito il livello del piano tramite l’uso di una livella laser, è anche possibile determinare un piano con un filo che fungerà poi da guida per l’altezza della struttura. Si procederà poi con la posa per gravità sulla struttura, precedentemente montata, di ogni pannello mettendolo perfettamente in piano tramite la regolazione dell’altezza delle colonne di sostegno. Saranno lasciati per ultimi i pannelli perimetrali, che saranno tagliati a misura e completeranno la posa in opera del pavimento sopraelevato comprimendolo tra i muri perimetrali del locale di destinazione.